Ricette salate

LA SALSA DI ANTONIO

12 agosto 2019

Antonio, detto anche Antonello, Tonello, Tonio, Tony, Nello, Lello, Antonella, Anthony, Anto, Quan, Quanito, Quanet…è il mio collega cuoco-pizzaiolo.
Nello dice che quando lavoro parlo da sola (non è vero!) e che probabilmente ho un collega immaginario, che quando mi arrabbio abbaio (questo è vero!) e che, “nonostante tutto”, sono “ancora” una bella “donna”(praticamente una vecchia!).
Tonello prende in giro la mia mania di sistemare e pulire ossessivamente la cucina, si preoccupa per il mio totale disinteresse per qualsiasi tipo di relazione con l’altro sesso (forse perchè spera che, trovando un fidanzato, io mi lamenti un pò meno durante i servizi insieme) ma, allo stesso tempo, ride della mia condizione di zitella!
Ogni tanto in cucina, a fine servizio, appaiono dei bei birrini gelati…un bel modo per chiedere scusa, quando non lo fa scrivendolo direttamente sulla pizza con la maionese 🙂 .
“Nonostante” il suo pessimo senso dell’umorismo (che non dimentico mai di sottolineare), Antonello è un ragazzo dal cuore d’oro, umile e sempre pronto a darti una mano (soprattutto con i sacchi della spazzatura che continuo a riempire fino a sfondare e che gli sono costati un paio di scarpe!).
L’Antonella è molto appassionata del suo lavoro; come me ama la tradizione e la ricerca di prodotti artigianali e genuini, ma gli piace anche sperimentare piatti innovativi e originali.
Quando ho assaggiato la sua salsa al mais gli ho chiesto subito la ricetta, è buonissima!!
Tonio dice di essersi ispirato ad una ricetta del mio chef preferito, Giorgio Locatelli, che ogni giorno mi guarda dalla foto appiccicata allo sportello del mio armadietto…vicino al bigliettino con l’invito ad uscire del mio collega immaginario.
Tony ti sei dimenticato di scrivere il numero di telefono!

Ingredienti

2 pannocchie
1 cipolla piccola
sale
pepe nero in grani
3 cucchiai di olio extravergine di oliva (più quello per il soffritto)

Innanzitutto pulisco e lavo le pannocchie e le cuocio in acqua bollente salata.
Le scolo, tenendo da parte l’acqua di cottura, e ricavo i chicchi con un coltello.
In una pentola soffriggo la cipolla con l’olio, aggiungo il mais, sale, pepe e 3 mestoli (circa) di acqua di cottura.
Quando il mais è quasi asciutto frullo tutto con 3 cucchiai di olio e altri 3 mestoli di acqua delle pannocchie.
Setaccio ben bene la crema con un colino a maglie molto strette, e lascio raffreddare in frigo.
Questa salsa è una specie di dressing, ma senza maionese o yogurt, quindi super leggera, vegan e senza glutine.
Naturalmente, per fare prima, puoi anche usare del mais in scatola già cotto.
Io l’ho utilizzata per condire una semplice insalata con pomodori e avocado, che è diventata all’istante una super insalata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *