Ricette dolci

LA RAW CAKE DI ALESSIA

6 marzo 2020

C’è stato un periodo in un cui facevo spesso torte raw (crudiste).
Questo genere di dolci sono vegan e non prevedono cottura, e i loro ingredienti non vengono mai sottoposti a temperature oltre i 42°.
Al di là del loro aspetto salutistico, trovo queste preparazioni molto buone ma soprattutto molto creative e divertenti!
Ho fatto molti esperimenti ( e fuso molti frullatori 🙂 ) e, durante i miei “scaccianasamenti” online, ho trovato una ricetta veramente semplice e buona su Il Pandizenzero, il blog di Alessia.
Eccola qui’, stra-collaudata da me:

Ingredienti per una tortina di 12/15 cm di diametro

Per la base:
70 gr di mandorle sgusciate
10 gr di sciroppo d’agave
1 dattero Medjool
1 pizzico di sale
10 gr di olio di cocco

Per la crema:
150 gr di anacardi al naturale
50 gr di sciroppo d’agave
2 cucchiai di acqua
1/2 cucchiaino di vaniglia Bourbon in polvere
50 gr di olio di cocco
lamponi

Per prima cosa lascio ammollare gli anacardi per una notte, in una ciotola con acqua fresca.
Fodero la base di uno stampo a cerniera con della carta forno.
In un mixer frullo le mandorle fino a ridurle quasi in farina.
Agiungo il dattero tagliato a pezzetti, il sale, l’agave, l’olio di cocco fuso e frullo ancora un pò.
Verso la base nella tortiera e la compatto aiutandomi con un cucchiaio.
Lascio rapprendere in freezer e intanto preparo la crema.
Scolo gli anacardi e li frullo nel mixer con la vaniglia, l’agave e due cucchiai di acqua.
Aggiungo l’olio di cocco fuso e frullo di nuovo, fino ad ottenere una crema liscia.
Tolgo lo stampo dal freezer, posiziono un coppapasta al centro e ci verso dentro circa metà della crema.
Aggiungo i lamponi freschi (circa 15/16) alla crema rimasta nel mixer e frullo ancora.
Aiutandomi con un cucchiaio verso la crema rosa nello stampo, tolgo delicatamente il coppapasta, e livello bene.
Ripongo la torta in freezer per un’oretta e poi la trasferisco nel frigo.
Apro la cerniera dello stampo, livello un pò i bordi se serve, e decoro con lamponi freschi.

Qualche consiglio:

Non aggiungere troppa acqua alla crema, 2/3 cucchiai sono sufficienti.
Purtroppo non ho un mixer professionale (tipo Vitamix), ma con un po’ di pazienza e un pò di puzza di bruciato, sono riuscita comunque ad ottenere una crema abbastanza liscia.
Se non ti piacciono i lamponi puoi utilizzare fragole, more o mirtilli.
La torta appena fatta non rende, più rimane lì e più è buona! (Mangiala dopo almeno 2 giorni 😉 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *