Ricette salate

I TROCCOLI DELLA MAMMA E LA ZIA

19 settembre 2018

Non ti ho ancora mai raccontato delle origini pugliesi di mia mamma. Per me significano tanto e, ancora oggi, ripenso con orgoglio e nostalgia ai piatti che mi raccontava e mi faceva assaggiare da bambina. Anche lei aveva tanti ricordi legati al cibo, soprattutto perchè la facevano tornare alla sua infanzia passata a Foggia, insieme ai suoi genitori e ai suoi cinque fratelli. “Pasta Rucola e Patate”, le “Pettole”, gli “Scagghiuzz”, i “Turcinill”, le “Menole Atterret”…alcuni piatti erano molto distanti da quelli marchigiani e avevano dei nomi così strani, a volte impronunciabili, da scatenare l’ilarità dei miei compagni di classe delle elementari, quando raccontavo cosa avevo mangiato il giorno prima. La cucina di mia mamma mi manca molto. Negli anni ho cercato di mantenere vivi alcuni sapori di famiglia provando a ricreare i suoi piatti, scavando nei ricordi e tempestando di domande la zia Luigina e la zia Imelda.
Guardando questa foto di mia mamma e della zia Luigina da ragazze, mi sono immaginata un piatto che mi preparerebbero oggi se fossero quì, a spadellare ancora insieme in cucina. La mamma, tra le tantissime cose, ci cucinava spesso i friggitelli, mentre la zia è sempre stata, ed è tuttora, la specialista della pasta fresca pugliese 🙂 ! Ecco il loro piatto a quattro mani:

Ingredienti per 3 persone (o 2 come me🐖):

PER LA PASTA
300 gr di semola di grano duro
1 pizzico di sale
Acqua tiepida (q. b.)

PER IL SUGO
1 Peperone rosso
2 Scalogni (ma la zia userebbe l’aglio!)
10 Friggitelli
6/7 Pomodori Piccadilly
Prezzemolo
Olio extravergine di oliva

Impasto la semola con acqua tiepida e un pizzico di sale. Lavoro un po’ sulla spianatoia, copro con la pellicola e lascio riposare. Divido l’impasto in 4 pezzi e li stendo ad uno spessore di circa 4/5 mm.
Lascio asciugare un po’ e taglio i troccoli usando l’apposito mattarello (se non ce l’hai puoi usare una chitarra).
Soffriggo lo scalogno (o l’aglio) nell’olio, aggiungo il peperone rosso tagliato a striscioline e lascio cuocere coperto, aggiungendo un po’ d’acqua.
Nel frattempo cuocio i friggitelli in una padella ben calda, senza aggiungere olio.
Quando i peperoni rossi sono quasi cotti aggiungo i pomodori tagliati in quattro spicchi e i friggitelli a pezzetti.
Cuocio ancora un po’, salo, pepo😊 e aggiungo un po’ di prezzemolo fresco. Cuocio i troccoli e li salto nel sugo. Aggiungo altro olio crudo, prezzemolo e una bella grattugiata di Gondino .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *