Ricette salate

LA MAIONESE

15 ottobre 2018

La mia famiglia ha avuto per quasi 30 anni una delle prime pizzerie al taglio della città. Il babbo era pasticciere e la mamma faceva il gelato in un locale storico di Pesaro, il “Bar del Fiore”. Io non ero ancora nata e non so neanche chi, tra i due, abbia avuto l’idea. Sono cresciuta a pizza e, qualche notte, mi capita ancora di sognare la “Pizzeria Eugenio”, con la mamma dietro il bancone e il babbo in laboratorio che fa gli impasti. Da bambina questa cosa della pizzeria mi ha sempre gasato parecchio! Potevo mangiare tutta la pizza che volevo e bere le “spume”(e già questo bastava a farmi invidiare un pò dai miei amici), ma il momento più bello era il giorno del mio compleanno. Prima all’asilo e poi alle elementari, all’ora della merenda la mamma o il babbo portavano in classe dei cabaret di pizzette bianche e rosse, per festeggiare con i miei amici di scuola. Io ero molto contenta e orgogliosa di loro. Alle superiori invece passavo tutte le mattine in pizzeria, e lì mi aspettavano sempre due pizzette tonde rosse che il babbo aveva lasciato “solo pomodoro” per me, mentre le altre diventavano delle “Rossini”. Devi sapere che quì a Pesaro mettiamo la maionese ovunque, soprattutto sulla pizza, e che la Rossini è l’orgoglio della città. La versione originale prevede una base di solo pomodoro, uova sode a fette e maionese. So che può sembrare un abbinamento strano e che se soltanto provassi a chiedere la maionese in qualsiasi pizzeria di qualunque altra città verrei sicuramente guardata male… ma noi pesaresi con la Rossini ci facciamo anche colazione. E non credo di esagerare se ti dico che nella dotazione dello “studente pesarese fuori sede” c’è sicuramente anche il taglia uova, per farsi la Rossini in casa( tipo kit di sopravvivenza 🙂 ).Pensa che quest’anno è stato anche organizzato un festival! Mio babbo faceva una maionese strepitosa, che anche Valentino Rossi da ragazzino veniva a mangiare la sua Rossini. Io ho sempre avuto un problema con la maionese, la detestavo! Poi… a 30 anni ho assaggiato la mia prima Rossini, e mi è successo quello che succede a tutti…me ne sono innamorata. Ho provato a ricreare una versione vegan della maionese del babbo, con un unico rimpianto: quello di non averla mai mangiata!

Ingredienti per…3/4 pizze 🙂 :

35 gr di latte di soia
70 gr di olio di mais
1/2 cucchiaino di sale
curcuma (a piacere)
1 cucchiaio di aceto di mele

Semplicissimo! Metto tutti gli ingredienti in un boccale e frullo con il minipimer, muovendolo dal basso verso l’alto per incorporare aria. Otterrai una maionese vegan homemade super cremosa!

Only registered users can comment.

    1. Ciao Marco puoi sostituire il limone all’aceto, il risultato dovrebbe essere lo stesso! A me piace l’aceto di mele perchè rimane più delicato…se no puoi provare a fare metà e metà! Fammi sapere 😉 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *