Chi sono

Mi chiamo Sara e sono nata e cresciuta a Pesaro. Una quasi-laurea in Dams Cinema (mancava poco poco), una grande passione per Hitchcock, Lucio Battisti, il modernariato e la cucina…che se hai una mamma gelataia e un babbo pasticciere e pizzaiolo ci sta! Mia mamma adorava cucinare, per noi e per tutta la carovana di amici, zii e cugini che invitava spesso a cena. Ho sempre sfogliato con grande curiosità i suoi libri di cucina e mi piaceva  guardarla e aiutarla, anche solo a pulire i fagiolini. Poi sono iniziati gli esperimenti da sola, con “Il Manuale di Nonna Papera”, “il Dolce Forno” e una piccola gelatiera a manovella. Alle medie portavo i biscotti ai miei compagni di classe e ricordo ancora il primo, disastroso, tentativo di fare i bignè. Avevo 11 anni. Quando la mamma se n’è andata la cucina è diventata una necessità. Io e mia sorella ci siamo divise i compiti di casa e a me è capitato quello di fare la spesa e cucinare per me, lei e il babbo. Dopo un breve periodo di “Quattro Salti in Padella”, pesti bruciati e sughi annacquati, mi sono messa d’impegno… e devo dire che me la sono cavata bene! Col tempo la cucina è tornata ad essere solo un piacere e, proprio come mia mamma, ho iniziato a riempire la casa di amici e parenti a cui “fare da mangiare”, uno dei più grandi gesti di affetto che si possano fare o ricevere. Questo è per me cucinare oggi.